Ci scrive il Consigliere d’opposizione replicando a Tidei: “L’enunciazione di parziali banalità sono utili solo a confondere i cittadini ed affermare il proprio smisurato ego a denigrazione degli avversari”

<<Gradirei esercitare il diritto di replica al comunicato del sindaco del 21 settembre 2022

https:l/talkcity.it/santa-marinella-il-sindaco-risponde-a-settanni-eviti-di-dare-notizie-false/

anche se lo abbia già fatto da se stesso, per le distorsioni ivi contenute, riconducibili al suo abile stile manipolatorio in cui l’enunciazione di parziali banalità sono utili solo a confondere i cittadini ed affermare il proprio smisurato ego a denigrazione degli avversari.

l’informazione sullo stato di fatto dei 9 milioni di finanziamenti a disposizione dell’amministrazione per le opere di messa in sicurezza del territorio che ho presentato ai miei concittadini nel comunicato del 19
settembre 2022 è il risultato degli atti pubblicati in albo pretorio, consultabili da chiunque e ritrae la situazione reale ad oggi.

Questo, peraltro, nulla ha a che vedere come millantato dal sindaco, con campagne elettorali nazionali, ben distanti dai problemi da affrontare sul nostro territorio, bensì riguarda esclusivamente la
preoccupazione per il pubblico bene e la sicurezza dei cittadini, dopo le vicende verificatesi nelle Marche.

Come solito il sindaco confonde il passato con il presente e si proietta nel futuro dando per acquisito anche questo…il suo domani.

Tutto ciò che lui ha descritto è futuro……., se avverrà.

Riguardo alla da lui citata “terza” conferenza dei servizi per il prossimo 27 c.m. (il suo domani che già oggi, dopo ciò che è successo nelle Marche, avrebbe potuto essere già tardi), vorrei dire che dopo
quella del 30 marzo 2020, del 25 aprile 2022 e del 5 luglio 2022, per me la prossima è la quarta conferenza.

Ma non basta, mi preme sottolineare che tra il 30 marzo 2020 e il 26 aprile 2022 sono trascorsi più di due anni.

Tale ritardo mentre sul progetto da 2.9 mil di euro di messa in sicurezza di Ponton del Castrato i pareri di non conformità degli Enti Autorità di Bacino e Consorzio di Bonifica sono risultati gli stessi già nel marzo 2020, a fronte appunto di una progettazione che ancora oggi non è adeguata alle prescrizioni di questi due Enti, né tanto meno (come ho avuto modo di appurare visionando i fascicoli degli atti) l’amministrazione si è preoccupata di sollecitare i progettisti alla revisione della stessa, recependola invece come “approvata” con una delibera di giunta, nonostante la non conformità.

PULIZIA FOSSO SANTA MARINELLA

Per il risultato ottenuto della tenuta dei due fossi Castelsecco e Ponton del Castrato in riferimento agli eventi da lui riportati di novembre 2019, invece sarebbe stato doveroso e corretto ringraziare i professionisti incaricati della progettazione per i due fossi che appena ricevuto l’affidamento dell’incarico hanno richiesto una pulizia totale per poter accedere ai luoghi ed esercitare la propria attività professionale.

Infatti i lavori di pulizia approfondita di questi due fossi è terminata nel mese di ottobre 2019, al contrario in altri fossi si sono verificati gli eventi riportati dalla cronaca.

Ed a tal proposito, anziché autoincensarsi per come andarono le cose nel 2019, il sindaco dovrebbe ricordare che per quanto in verità avvenne, come riportato in cronaca e non nei suoi proclami odierni, egli ha “dimenticato” che nell’occasione chiese anche lo stato di calamità naturale

Infine, per correttezza e nel segno di dare a Cesare ciò che è di Cesare”, qualità cristiana che non fa parte del suo codice etico, a proposito di atti pubblici, preme ricordare che dei circa 9 milioni di euro disponibili per i lavori nei fossi ben oltre 6,5 milioni sono dovuti alle attività della precedente amministrazione.

Infatti, e questa è una sacrosanta verità, questa amministrazione li ha avuti con atto del commissario straordinario ed a distanza di oltre quattro anni non li ha ancora spesi per mettere in sicurezza il territorio.

ln ultimo, accogliendo il suo invito personale a visionare gli opuscoli da lui diffusi con scopi propagandistici più che informativi, vorrei solo aggiungere che proprio sul fosso Ponton del Castrato è riportato un intervento per 140milaeuro riferito a lavori urgenti per la sostituzione della soletta nel tratto tombato compreso da Via Oberdan a via Rucellai appaltato a maggio 2020, ma che nessuno ha mai visto.

Questo è amore per la verità caro sindaco, la cagnara che tanto bene lei sa fare se la tenga per la campagna elettorale.>>

Consigliere Francesco Settanni (Fratelli d’ltalia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.