Parla Francesco Tiselli a nome dell’Associazione che ha ridato le chiavi al Comune

A seguito del Comunicato che accusa l’Amministrazione Socciarelli di non essere stata in grado di mantenere in piedi, per l’ultimo anno rimasto, la gestione della piscina Comunale; abbiamo voluto sentire, com’è nostra abitudine, Francesco Tiselli a nome dell’Associazione “Centro Nuoto Montalto”.

<<Premetto che non voglio entrare in politica con nessuno; questo lo dico subito a scanso di equivoci.

Da quando è scoppiata la pandemia 2 anni di inferno con limitazioni e protocolli improbabili e costosi da gestire utenza ridotta del 60% la situazione già era brutta poi il caro bollente a fatto il resto.

Siamo stati sempre in contatto con l’amministrazione passata e ogni tanto o tramite email o per messaggio o di persona ci aggiornavamo e la situazione diventava sempre più brutta.

Poi ci sono state le elezioni e subito dopo dal 15 giugno già avevo preso contatti con l’ufficio sport preposto per avere un incontro sollecitato anche 15 giorni dopo.

Spezzo una lancia a favore della nuova amministrazione che sicuramente avevano anche altre cose da pensare.

Il 14 luglio credo mandiamo una pec per avere un incontro il primo incontro lo abbiamo il 18 agosto vengono affrontate le problematiche e ci ridiamo appuntamento per la settimana dopo dove nell’incontro ci viene chiesto di fare un offerta ufficiale per la gestione.

Nei primi giorni di settembre via pec protocolliamo un offerta ufficiale qualche giorno dopo non viene accettata. Ripeto le polemiche non servono e l’amministrazione dal canto suo è stata sempre onesta fin dal primo giorno ci ha detto che aiuti economici non ce li poteva dare perché le casse erano vuote quindi non c’erano le condizioni per continuare.Capisco che si parlava di cifre astronomiche si è passati dai quasi 60 mila del 2021 ai 260/300 mila perché i prezzi continuano a salire della stagione 2022/2023.

E con l’utenza che ha la piscina dovresti far pagare 140 euro al mese.

Voglio chiarire: noi non ce ne andiamo per colpa nostra, ma siamo stati costretti per non morire.

La pandemia e il caro bollette ha toccato tutti: imprese, comuni, famiglie, e dopo 22 anni abbiamo ammainato bandiera bianca.

Ringrazio tutte le amministrazioni passate con le quali abbiamo lavorato a stretto contatto con i vari assessori e delegati allo sport e un augurio a questa nuova amministrazione di lavorare al meglio per il bene di Montalto città dove ci lascio il cuore 22 anni della mia vita dove un giorno chissà poter ritornare per farsi una nuotata tutti insieme.>>

Francesco Tiselli

Alla luce del fatto che crediamo che la chiusura di un Impianto Sportivo Comunale non sia una sconfitta dell’Associazione che gestisce, ma piuttosto di un’Amministrazione che non è stata capace di trovare una soluzione; una riflessione sorge spontanea.

Ad oggi sembra difficile che qualcuno rilevi la gestione per garantire i corsi invernali di nuoto. E se invece ci fosse già un’altra Associazione pronta a subentrare??? Allora alcune domande potremmo farcele… Attendiamo curiosi.

Corrado Orfini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.