Tidei sollecita la definizione dell’iter di assegnazione del sito culturale

Il Sindaco Pietro Tidei ha sottoposto all’attenzione del Ministro per i Beni Culturali On. Dario Franceschini e del Ministro della Difesa On. Lorenzo Guerini, una vicenda che vede impegnata l’amministrazione comunale in un iter amministrativo e tecnico-burocratico che va avanti da anni, almeno dal 2018, che riguarda uno dei simboli più importanti di Santa Marinella, ‘Torre Chiaruccia’.

Un monumento di interesse storico, culturale ed artistico, che sorge in un’area di proprietà dello Stato, ubicata tra la costa e il Lungomare Guglielmo Marconi, al cui interno sono presenti gli immobili che ospitarono le attività scientifiche di Guglielmo Marconi, di assoluto interesse per tutta la comunità.

Per tale motivo, il Sindaco Pietro Tidei e la sua Amministrazione all’inizio dell’attuale legislatura, anno 2018, si sono attivati per poter giungere ad una cessione dell’area e dei manufatti che insistono ai sensi della normativa sul c.d. Federalismo Culturale, dando vita ad una serie di incontri e richieste agli Enti competenti.

Successivamente, nel giugno 2021, il Ministero della Difesa ha trasmesso al Comune di Santa Marinella e all’Agenzia del Demanio uno schema di Protocollo d’Intesa finalizzato all’avvio dell’iter in questione, chiedendo di ricevere eventuali proposte di modifiche ed integrazioni che non sono pervenute.

Così il Comune con delibera del Consiglio Comunale n. 38 del 4/8/2021, ottenuta all’unanimità, ha approvato lo schema di Protocollo d’Intesa e dato mandato agli Uffici Comunali di inoltrare l’istanza di avvio dell’iter procedimentale.

Pietro Tidei

A settembre 2021 è stata trasmessa la richiesta formale indirizzata al Segretariato Regionale del Ministero della Cultura per il Lazio ed alla Direzione Regionale dell’Agenzia del Demanio e, ad ottobre 2021, anche l’Agenzia del Demanio ha trasmesso alcune integrazioni riguardo al Protocollo d’Intesa da sottoscrivere tra le parti, che  non hanno alterato in alcun modo i contenuti del Protocollo d’Intesa proposto dal Ministero della Difesa, ma non hanno dato all’istanza il giusto proseguo amministrativo.

Negli ultimi incontri il Sindaco e la sua Amministrazione hanno preso atto che l’Agenzia del Demanio sta continuando a prendere in considerazione altre richieste di Enti Statali, in ultimo il Comando Regionale dei Carabinieri Forestali, potenzialmente interessati all’utilizzo della struttura.

Tutto ciò malgrado che i rappresentanti del competente Sovrintendenza abbiano esplicitamente affermato che nell’area, fortemente vincolata e di notevole interesse storico e culturale, non è possibile prevedere insediamenti logistici militari di alcun genere, in presenza di un Decreto del Ministero della Cultura – Segretariato Regionale per il Lazio – che dichiara il complesso immobiliare denominato “Complesso di Torre Chiaruccia” di interesse storico artistico particolarmente importante ai sensi dell’art. 10 comma 1 del Decreto legislativo 22/1/2004 n. 42.

A tal merito, il Sindaco Pietro Tidei chiede alle SS.LL. che questa Amministrazione possa ricevere entro 30 giorni una risposta definitiva sull’accoglimento o meno della legittima istanza di trasferimento del bene in oggetto alla Comunità di Santa Marinella e l’avvio dell’iter conseguente, con l’augurio di veder presto riconosciute le sacrosante aspettative dell’Amministrazione che vuole dare una giusta fruibilità ed una riqualificazione ad un monumento importante, simbolo della nostra storia, che aspetta da molti anni una valorizzazione da tutti auspicata, soprattutto dai cittadini di Santa Marinella che rappresenta.

Il Sindaco. Avv. Pietro Tidei

Comunicato del Comune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.