L’Assessore alla Scuola Calicchio: “Con quattro imbarcazioni e di istruttori federali hanno potuto sperimentare direttamente la navigazione in barca”

“Non poteva esserci chiusura migliore del percorso formativo di approfondimento per gli studenti della prima media della sezione di Scienza e Cultura del Mare, dell’I.C. Cristoforo Colombo, che hanno partecipato ad una lezione in barca a vela”. Lo afferma l’Assessore alla Scuola Paolo Calicchio.

“Divisi in gruppi – prosegue – studentesse e studenti, accompagnati dai docenti, grazie all’ausilio di quattro imbarcazioni e di istruttori federali hanno potuto sperimentare direttamente la navigazione in barca, mettendosi al timone e manovrando le varie vele come dei veri skipper.

Grazie al percorso di studi, avviato quest’anno in via sperimentale presso la scuola secondaria di primo grado di Via dell’Ippocampo, i ragazzi erano già a conoscenza di tutte le nozioni teoriche relative alla navigazione con vela.

Salendo a bordo erano dunque in grado di chiamare con i giusti termini tecnici i sistemi di navigazione e di comunicazione”. 

“Questo percorso, ed i successi ottenuti all’interno della classe, sono stati possibili – spiega Calicchio – grazie alla professionalità del Circolo Velico Fiumicino, che in qualità di coordinatore della sezione ha programmato, insieme con la scuola, un percorso formativo altamente qualificato, nel quale sono stati coinvolti i cantieri nautici, le velerie, i maestri d’ascia e la Capitaneria di Porto, che ha permesso ai ragazzi di visitare la struttura, la centrale operativa ed apprendere ruoli e mansioni della Guardia Costiera.

Il progetto formativo, promosso dall’Assessorato alla Scuola, è stato possibile grazie alla lungimiranza della dirigenza e dei docenti dell’I.C. Cristoforo Colombo, entusiasti sin dagli albori della proposta, per l’importante integrazione dell’offerta formativa che si andava a strutturare.

Ad oggi la classe è una delle eccellenze dell’istituto,  tutti i ragazzi hanno delle ottime valutazioni in tutte le materia, segnale questo che la promozione di attività cosiddette extracurricolari all’interno del percorso di studi sono un importante stimolo per i giovani nella formazione e partecipazione attiva alla vita scolastica.

Il prossimo anno la prima sezione sperimentale proseguirà il suo ciclo di studio dedicato alla nautica e nel contempo sarà avviata una nuova sezione di prima media”.

Riceviamo e pubblichiamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.