Il Sindaco di Cerveteri, Consigliere dell’Area metropolitana: “La Provincia non può e non deve essere considerato il luogo dove conferire i rifiuti della Capitale”

“Sostengo pienamente la battaglia che il Consigliere comunale di Anguillara, Enrico Stronati, sta portando avanti a tutela del territorio, contro l’ipotesi di realizzazione di un biodigestore per il trattamento dei rifiuti che sorgerebbe a meno di 500metri dal centro urbano e dalle abitazioni.

Un progetto, avviato quando a capo della Città Metropolitana di Roma Capitale c’era la Giunta guidata da Virginia Raggi; che servirebbe un bacino di utenza pari a 650mila persone.

Una scelta inaccettabile per un territorio, come quello di Anguillara Sabazia, che da oltre 15anni svolge la raccolta differenziata porta a porta e che è costretta a dover conferire i propri rifiuti a Viterbo”.

Lo dichiara in una nota il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, anche Consigliere metropolitano di maggioranza; che aggiunge: “La Provincia non può e non deve essere considerato il luogo dove conferire i rifiuti di una Capitale che, più volte in passato, ha dimostrato di non saper gestire correttamente i propri rifiuti.” Prosegue Pascucci. “Come Sindaco di Cerveteri e Consigliere Metropolitano sarò al fianco delle istanze dei Comuni del comprensorio a tutela dell’ambiente”.

Riceviamo e pubblichiamo

COLLABORA CON NOI!!! scrivi a talkcity.redazione@gmail.com / whattsapp 371.4257820
2 pensiero su “Anguillara, sull’ipotesi “biodigestore” il Consigliere Stronati ha l’appoggio di Pascucci”
  1. Chiedo al Sindaco Pizzigallo di opporsi a questo ennesimo tentativo di frapporre ostacoli allo sviluppo della nostra cittadina già molto gravata da tanti problemi.
    Coraggio Sindaco, si unisca alla protesta e di batta per i suoi cittadini

  2. L’articolo è incompleto perchè non riporta la potenzialità dell’impianto.
    Il biodigestore a 500 m dalle case è ottimo perchè non serve nessun sistema di verifica delle emissioni: servono solo i nasi del sindaco e giunta comunale.
    In più giustificherei le lamentele se i rifiuti li accumulassero in casa propria e non “”è costretta a dover conferire i propri rifiuti a Viterbo”” non credo che qualcuno li abbia obbligati a ciò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.