Riceviamo un Comunicato di un gruppo di cittadini… ancora sulle Strisce Blu. Sembrerebbe che per i parcheggi stagionali non sono previste forme di abbonamento

<<È ormai uno stillicidio quotidiano quello che cittadini, villeggianti e turisti, debbono subire da quel pasticcio creato dal Sindaco, dalla sua amministrazione e dalla Multiservizi.

Il progetto, l’esecuzione e la gestione degli stalli a pagamento, genera ogni giorno delle disarticolazioni, delle confusioni e dei gravi problemi a coloro che circolano con le auto sul nostro territorio. 

Dopo il maldestro tentativo di riversare sugli operai, la ridicola sistematizzazione delle strisce bianche, blu e dei corridoi pedonali, nonostante il ciarlare sui giornali ad oggi la situazione è pressoché inalterata.

Nel nostro comune – a differenza di quanto viene riportato dal sindaco, l’orario e i giorni in cui si paga il parcheggio è il più esteso e il più vessatorio di tutti i comuni del comprensorio.

In più, senza un briciolo di senso pratico, con la cervellotica idea di far fare il biglietto per sostare gratuitamente venti minuti una sola volta al giorno (da abolire il prima possibile, perché è il disco orario che crea circolarità non il pagamento), pensavamo che si fosse raggiunto l’apice.

Chissà poi cosa faranno i genitori degli scolari se per due volte al giorno dovranno lasciare i loro bambini a scuola. Capitolo a parte, sarebbe poi quello relativo al controllo delle strisce blu in prossimità dei passi carrai anche se non in regola ma questa, è un’altra storia. 

Invece no, siamo venuti a conoscenza del fatto che presso i sedicenti parcheggi comunali gestiti dalla Multiservizi, presso la Toscana e in prossimità del Castello di Santa Severa chi ha già sottoscritto un abbonamento, dovrebbe pagare un ulteriore biglietto salatissimo per parcheggiare in quelle aree.

Zone che tra l’altro, come per l’ex fungo, tutto hanno meno che garanzie di sicurezza e rispetto delle caratteristiche di parcheggi nella norma.

Sarebbe peraltro interessante, verificare se sia stato registrato l’inizio attività per chi gestisce quei posti e se vi sono stati i decreti e i corsi per gli ausiliari. 

Oggi abbiamo consegnato al Sindaco e al Presidente della Multiservizi, quasi 500 firme raccolte online, di persone che per vari motivi non hanno potuto firmare la petizione cartacea per via della loro distanza temporanea dalla nostra città.

Persone che spesso sono qui, vi risiedono o sono ospiti per vacanza e che amano spassionatamente questa nostra cittadina.

È anche per loro che, nonostante per alcune scelte scellerate si sia fatta retromarcia, abbiamo chiesto al Sindaco e al Presidente della Multiservizi, un passo indietro, un confronto con i cittadini e una revisione radicale di tutto il progetto degli stalli a pagamento.>>

Progetto Terre Vive – Comitato contro le strisce blu Santa Marinella, Santa Severa 

Riceviamo e pubblichiamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.