Il Consiglio Regionale Lazio boccia la mozione della Consigliera Francesca De Vito (misto) per l’installazione di impianti di purificazione dell’aria nelle scuole

“Oggi la politica segna una pagina di grande squallore.

Nonostante l’allarme lanciato dai Presidi per l’aumento del numero dei contagi tra gli alunni nelle scuole del Lazio; la maggioranza in Regione si mostra miope e sorda davanti alla necessità di ridurre quanto più possibile le vie di contagio dell’infezione da SARS-CoV-2.

Lo ha dimostrato bocciando la mia mozione in cui chiedevo di concedere contributi per l’acquisto di rilevatori di Co2 e sanificatori di aria da utilizzare nelle classi”.  

“Sappiamo ormai per certo che la via aerea è la più critica tra le tre identificate come veicolo di contagio. Abbiamo evidenza scientifica di trasmissione del virus attraverso le micro gocce emesse dalle vie respiratorie; che riescono a rimanere in aria un tempo sufficiente per essere inalate anche a distanza dal soggetto che le emette.

In questo caso la condivisione dello stesso ambiente chiuso e poco ventilato concorre in maniera esponenziale”.

francesca-de-vito
Francesca De Vito

“Nelle nostre scuole troviamo spesso aule in cui sono presenti anche 20/25 alunni; che durante la pausa per la ricreazione consumano la loro merenda, giustamente, senza mascherina.

Lo stesso accade nelle mense durante il pasto. Inoltre in molte classi, anche per l’arrivo della stagione fredda le finestre restano chiuse non consentendo un sufficiente ricambio di aria”.

“Secondo l’Istituto Superiore della Sanità la curva dei contagi sta salendo proprio nella fascia d’età 0-9 anni; quella in cui i soggetti non sono vaccinati ed è più difficile tutelarli attraverso i dispositivi di protezione individuale come le mascherine.

Ne consegue purtroppo il ritiro da scuola da parte dei genitori ed i numeri del Ministero lo confermano; passando nel Lazio dai 478 bambini in home schooling nel 2018-2019 agli oltre 1400 nel 2020-2021”.

“La mia mozione chiedeva di intervenire sulla valutazione dell’aria presente nelle classi, con rimedi estremamente semplici e neppure troppo costosi, da un comune rilevatore di CO2, fino ai sanificatori.

Un segnale di attenzione e presenza che evidentemente la politica non ritiene di dover dare ai piccoli cittadini della nostra Regione. Considero la bocciatura della mia mozione una scelta solo politica e moralmente misera e meschina”.

Lo dichiara la consigliera al gruppo misto in Regione Lazio, Francesca De Vito.

COLLABORA CON NOI!!! scrivi a talkcity.redazione@gmail.com / whattsapp 371.4257820

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *