Angelica Prezioni veste Ludovica Amati – foto Chiara Gasbarri

Un piacere incontrare Angelica, ragazza simpatica ed effervescente con un radioso futuro

Ciao Angelica e grazie per averci concesso un po’ del tuo tempo, prima di iniziare raccontaci qualcosa di te. (le tue origini, i tuoi studi, primi lavori, ecc…)?
Salve, una caratteristica che mi ha formata durante l’infanzia è stata la scuola Steineriana, che ho continuato anche dopo le elementari con medie comprese. Sono nata a Roma, mamma friulana e papà romano. I primi lavori sono stati da neonata la pubblicità per l’acqua SANGEMINI, avevo neanche 1 anno credo. Tanti altri shooting, con Roberto Ferrantini a 6 anni, poi tra i più importanti la copertina di Madame Le Figarò per GUCCI, sfilate per vari brand, Fendi, Celine, Prada, Belstaff. Per un periodo ho lasciato la carriera artistica finito il liceo e ho lavorato come maestra d’asilo, una parentesi della mia vita e ho continuato a dare il mio contributo con il volontariato presso La scuola della Pace di Sant’Egidio. Ho ripreso a lavorare nella moda per la DIESEL in showroom per vari anni. Attualmente studio dizione.
Come stai vivendo questo periodo così particolare che stiamo attraversando?
Mi sono dedicata alla pittura, ho disegnato varie tele e visto molti film. Sono propositiva e credo che il peggio sia passato e sono sicura che si potrà tornare alla normalità, dopo quasi 2 anni ho apprezzato tantissimo andare a vedere un film al cinema, tappa fissa prima della pandemia.

Quando ti sei avvicinata al mondo della moda e come è iniziata la tua attività di modella?
Avevo 14 anni anche se in realtà sono figlia d’arte, mia madre è una regista di teatro e attrice, formatosi all’Actor Studio di New York. Sono cresciuta dentro i teatri si può dire, dopo la scuola mi divertiva ogni tanto stare durante le prove ad osservare gli attori in scena, e spiarli, ma non è mai stata una mia passione diventare attrice, anche se credo che sarei stata facilitata sicuramente. Tornando a 14 anni andai a Milano poco dopo e mi prese L’Elite Model Look, agenzia rinomata nel mondo della moda e iniziai a lavorare fin da subito. Ricordo che facevo su e giù con il mio book, è stata una bella esperienza anche formativa perché no :)!?
Raccontaci com’è stata la tua esperienza a “La Pupa e il Secchione”. Sei rimasta in contatto con le tue “colleghe pupe”?
Una esperienza completamente diversa rispetto le altre, un mondo nuovo a me sconosciuto. Un mix tra finzione e realtà.
Moda o Tv, dovendo scegliere in quale settore ti piacerebbe lavorare in futuro?
In futuro anche se la moda mi ha dato tanto, vorrei guardare avanti e lavorare come presentatrice.

Ringraziamo LFmSolution

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *