Il Consigliere d’opposizione: “Ritengo però di poter tornare utile anche con le critiche. Un plauso al cittadino Stefano Marino, ma non è così che deve funzionare”

Francesco Settanni con Stefano Marino

“Lusinga che il sindaco si sia disturbato a dedicarmi il suo post delle 19,08 del 2 gennaio; a seguito della mia segnalazione sull’abbandono da circa un mese di consistenti potature in lungomare Marconi (e non solo) e chieda di unirmi alla maggioranza per risolvere i problemi della città.

Per la verità è già successo altre due volte di ricevere simile proposta, anche se sotto forme più suadenti di ingresso in maggioranza.

Ho sempre declinato l’offerta, nella consapevolezza che avendo avuto anch’io modo di amministrare Enti dello Stato, la mia visione, metodo e modo di concepire la buona ed efficiente amministrazione, è fin troppo lontana e diversa da quella che ho avuto modo di vedere messa in pratica in questi anni di mandato.

Comprendo che sicuramente al sindaco dia fastidio il lavoro dell’opposizione, ogni qualvolta si fa rilevare tutto ciò che non funziona in Santa Marinella; ma, d’altro canto, egli non sembra voler recepire consigli e suggerimenti visto che da continuamente dimostrazione di voler andare per la sua strada, senza tener conto dell’azione dell’opposizione.

Tuttavia, va chiarito che, tale azione, comunque non può andare al di là del rappresentare e prospettare le anomalie; atteso che l’opposizione non governa, nè può agire se la maggioranza non lo consente in modo armonioso e democratico.

E ciò, ben al di là del formale potere di rappresentanza, che credo di espletare in modo pieno come i miei concittadini intellettualmente onesti (e che non siano ovviamente tifosi della squadra avversaria); possono testimoniare, vista la mia azione sempre costante e vigorosa nel rappresentare i problemi pratici ed amministrativi in cui mi sono imbattuto; non “piagnucolando sui social e sulla stampa” così come da lui detto. 

Il mio metodo è semplicemente trasparente affinchè i cittadini tutti sappiano e non siano orientati dalla solita unica voce del potere.

Sulle modalità pertanto con cui ciò possa essere fatto, ritengo che il sindaco non possa dare lezioni a chicchessia, visto il largo uso dell’apparato propagandistico a cui fa ricorso.

In altri tempi e circostanze avrei disposto di una brigata di uomini/donne.

DOLCE VITA STORE SPONSOR

Ma sia pur ringraziando la meritoria opera dell’amico Stefano Marino che può disporre di personale della propria impresa per intervenire lì dove ritiene opportuno, in virtù di un’iniziativa del tutto personale, di fatto alla base di questo agire c’è qualcosa che non può e non deve funzionare in tal modo.

Abbiamo assessori e capiservizio pagati con denaro pubblico attraverso le nostre tasse di contribuenti per far funzionare la macchina comunale, ci sono consiglieri/delegati di maggioranza incaricati di occuparsi di specifiche problematiche.

Ed allora, a fronte di un consigliere dell’opposizione che fa rilevare un disservizio che dura da lungo tempo, sbaglia quel consigliere nel metodo od invece l’assessore/consigliere/delegato che ha il dovere di occuparsene e non lo fa?

Non credo di essere l’unico cittadino a girare per Santa Marinella e vedere degrado….se gli assessori/consiglieri/delegati di maggioranza hanno il prosciutto sugli occhi il problema è di manico ovvero gestionale di questa maggioranza.

Ad ogni buon conto ringrazio Stefano Marino per il rapido intervento sulle potature….restano tante altre cose (che non sto neanche più ad elencare) come i segnali stradali divelti ed abbandonati un pò ovunque.

 Ed allora sindaco non crede sia il caso di suonare la sveglia alla sua delegata alla viabilità, piuttosto che dire al sottoscritto in quale modo io debba svegliare voi?”

Cons. Francesco Settanni (Gruppo Misto) 

COLLABORA CON NOI!!! scrivi a talkcity.redazione@gmail.com / whattsapp 371.4257820

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.