Il primo cittadino della “Perla del Tirreno” sceglie il modo più classico per augurare Buone Feste

Pietro Tidei

Carissimi,
in prossimità delle Feste Natalizie e con il Nuovo Anno alle porte, desidero augurarvi serenità e allegria insieme alle vostre famiglie; invitandovi naturalmente a tenere sempre alto il livello di prevenzione per il Covid e per chi non lo avesse ancora fatto, a sottoporsi alla vaccinazione; unico strumento di lotta contro questa pandemia.

Quest’anno più che mai, sento il dovere di comunicare quello che è stato veramente un rilancio della nostra bella cittadina. Dal sociale al decoro urbano, passando per le infrastrutture e il verde, Santa Marinella inizia a respirare il cambiamento che avevo prefigurato.

La battaglia è stata dura però. Abbiamo ereditato un Comune in dissesto pieno di debiti e la pandemia in questi due anni aveva rallentato quello che oggi possiamo definire un progetto politico vincente che si concretizza giorno dopo giorno.

Opere

Inizio col dirvi che il Palazzo di Via della Libertà, che stiamo ristrutturando; ospiterà per volontà anche della Regione Lazio, l’Ospedale della Comunità e la Casa della Salute.

Potremo finalmente contare su un Polo che sia attrezzato per le necessità sanitarie dei cittadini; investiremo quasi un milione di euro per rifare le scuole: bagni, facciate riscaldamenti ecc.. Anche grazie al PNRR avremo la possibilità di costruire sette nuove aule.

Abbiamo già rimesso a nuovo, dopo tantissimi anni di degrado, la Palestra della Scuola Carducci.

Abbiamo deliberato una nuova Piscina e ci stiamo occupando delle gare dei parchi pubblici; come il Parco Saffi che è stato già aggiudicato e gli altri che lo saranno a breve; il Parco Kennedy, il Green Park, l’Orto Botanico e per ultimo, già affidato in gestione con gara, il Parco Alibrandi.

Abbiamo ristrutturato il Campo Sportivo per i nostri ragazzi; facendolo diventare nuovo e stiamo iniziando a mettere mano al Campo Sportivo di Santa Severa che pure viveva nel degrado.

Insomma, stiamo pensando e lavorando per le nuove generazioni; perché Santa Marinella risplenda dei colori e dell’efficienza che negli anni ‘50 e ’60 l’avevano vista “Perla del Tirreno”.

Opere Future

Stiamo investendo nella cultura riportando alla luce una civiltà, il “Castrum Novum” dove abbiamo scoperto un Teatro, Terme con acqua riscaldata e pavimenti riscaldati, oltre naturalmente alle Peschiere che i Romani usavano per il pesce.

E poi ancora, Torre Chiaruccia dove il Nobel Guglielmo Marconi sperimentò le prime onde e frequenze radio, sarà il nostro biglietto da visita nel rilancio del settore turistico insieme al Castello di Santa Severa.

Stiamo valutando contratti con russi e ucraini che si stanno dimostrano sensibili ad investimenti nel settore sportivo.

Stiamo asfaltando le strade e ragionando sulla riqualificazione di Italcementi che potrebbe creare un centinaio di posti di lavoro.

Siamo riusciti primi fra tutti come amministrazione, a portare gli alloggi popolari a Santa Marinella insieme all’Ater di Civitavecchia, per creare finalmente edilizia popolare a basso costo e sopperire così anche ad una criticità che negli ultimi anni aveva visto situazioni di degrado in forte espansione.

OTTICA DI LUZIO

E ancora, stiamo cercando di sfruttare al meglio i terreni del Santo Spirito, dell’Arsial per provare a creare una limonaia, in sostituzione di garofani e strelitzie, in una visione imprenditoriale avveniristica, che ci dia la possibilità di sviluppare un liquore locale da commercializzare.

Insomma amici, una visione moderna per un rilancio moderno del nostro bellissimo territorio che per decenni è stato figlio del degrado e dell’immobilismo politico, economico e culturale.

Conclusioni

Oggi sono felice di poter dire che Santa Marinella si sta preparando ad un cambiamento epocale e che gli sforzi dell’amministrazione tutta e i miei, sono di palese evidenza e vanno ad inficiare quelle “chiacchiere sterili sui social” di una parte di opposizione incompetente che ha fatto dell’ideologia un braccio di ferro contro l’emergenza che stiamo vivendo, azzerando quel dialogo costruttivo, unico interprete di una democrazia che vince sempre contro gli autoritarismi.

Il 2022 è alle porte e la Perla del Tirreno continuerà a crescere attraverso l’operosità dell’amministrazione che ha fatto del rilancio una scelta politica di vita contro ogni forma di stagnazione e immobilismo che vede nel populismo senza spessore e nel sovranismo, traguardi che sono anni luce lontani dalla democrazia e dal vivere civile.

Riceviamo e pubblichiamo – Avv. Pietro Tidei Sindaco del Comune di Santa Marinella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.