A meno di un anno di distanza dalle ultime elezioni amministrative sembrano arrivare le prime critiche per l’attuale amministrazione e arrivano dai consiglieri di opposizione della lista “Pontinia città ideale”

In un comunicato congiunto puntano il dito in particolare sulla questione dell’impianto SEP ma estendono la causa delle criticità anche alla Regione Lazio, la cui colpa, secondo i consiglieri, sarebbe quella di un ritardo nella approvazione di una legge che regoli il funzionamento e consenta la costituzione dell’ ATO dei rifiuti provinciali.

I consiglieri Carlo Medici, Daniela Lauretti, Matteo Lovato e Paolo Torelli, avevano presentato un progetto con il quale sarebbe stato possibile, a loro dire, valorizzare i rifiuti ottenendo una migliore qualità dell’aria e in conseguenza della vita dei cittadini attraverso gli impianti anaerobici che producono gas naturale e compost.

L’impianto di compostaggio SEP, oggi in gestione commissariale, era stato al centro della scorsa campagna elettorale, nel corso della quale si era parlato di una chiusura che ad oggi non è ancora avvenuta ma soprattuto è stato oggetto di recente di polemiche legate al conferimento di rifiuti in arrivo da un comune extraregionale.

Il comunicato dei consiglieri comunque non si ferma solo alla questione rifiuti, spazia in un elenco di criticità che però sembrano non essere imputabili al Sindaco Tombolillo, quanto piuttosto ad un immobilismo della Giunta, rea di “dedicarsi all’amministrazione di una città a tempo perso e non a tempo pieno”

Roberta Quaresima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.