Il Comitato “2 ottobre” ha organizzato per venerdì 5 novembre alle ore 17.00, presso l’Aula Consiliare in via Cicerone (ex Benedettine), un incontro tra i cittadini, gli amministratori ed i tecnici del Comune, per capire lo stato delle grandi opere descritte nei precedenti convegni e l’esito dei finanziamenti già stanziati per la messa in sicurezza dei fossi

Il Comitato introdurrà i lavori rivolgendo al Sindaco Tidei e all’Architetto Mencarelli cinque semplici domande: 1) Come mai non si parla più dei 6 milioni di euro stanziati dalla Regione Lazio per le gradi opere? 2) Quali sono i tempi della realizzazione dell’ingente opera di deviazione dell’Aurelia su fosso Castelsecco e l’allargamento del cavalcavia? 3) Per quali motivi i precedenti progetti della vasca di esondazione, per ridurre il rischio per il pericoloso fosso di Ponton del Castrato, sono stati respinti dall’autorità di Bacino e quali novità comporta il nuovo (terzo) progetto? 4) Perché non sono stati ancora spesi i 500 mila euro sul fosso delle Guardiole, annunciati quattro anni fa? 5) Rispetto S. Maria Morgana, come si pensa di intervenire, dopo il crollo dello scorso anno, e di recuperare il sito archeologico del ponte romano, che rappresenta anche un’attrazione turistica? Sarà inoltre richiesto di spiegare la differenza tra manutenzione ordinaria dei fossi ed intervento straordinario, spesso confusi nella comunicazione.
Dopo la relazione da parte dell’amministrazione, saranno i cittadini a rivolgere domande e richieste di chiarimenti. Tutti i partecipanti sono tenuti ad indossare la mascherina e ad esibire il green pass.

Comitato “2 ottobre”

Riceviamo e pubblichiamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *