La pallanuotista scrive il suo pensiero su Facebook: “Alla fine non ci saranno ne vincitori né vinti, ma avremo fallito tutti”

In questi giorni in molti, troppi, si lanciano in dibattiti sull’impiantistica sportiva a Civitavecchia. Soprattutto lo Stadio del Nuoto sembra tenere banco. Tutti sanno tutto… ma la parola degli atleti, quelli che fruiscono degli impianti per tenere in piedi il motivo principale che è alla base di tutto… la pratica sportiva, la conosciamo?

A questo proposito è molto importante il pensiero di un’icona della pallanuoto femminile di Civitavecchia, Venere Tortora; che sul suo profilo Facebook ha voluto dire la sua:

“Argomento gettonato degli ultimi giorni è la questione stadio del nuoto” scrive Venere. Un impianto che ospita migliaia di ragazzi e bambini, tra nuoto e pallanuoto; atleti che dovrebbero allenarsi in vista dei campionati e che, invece, si ritrovano per l’ennesima volta a dover pagare la mal gestione di un impianto sportivo; a dover attendere che qualcosa cambi; a dover subire ripicche da parte di chi, invece, dovrebbe sostenerti e non lo fa; dover accettare di doversi allenare in spazi ed orari improponibili; a dover leggere i tanti commenti ed articoli .…”sulla gestione dello stadio, sulla solidità o no del nuovo consorzio, sul ruolo del comune, gestione e nuove società senza meriti sportivi”…tante parole e punti di domanda che fino ad ora nessuno si era mai posto.”

da FEBBRAIO tutti i giorni in DIRETTA

“Quello che penso in tutta questa situazione, a prescindere dal movimento politico; a prescindere dalla società sportiva; a prescindere da tutto; alla fine non ci saranno ne vincitori né vinti, ma avremo fallito tutti! Perché sarà l’ennesimo impianto a chiudere e chi ne subirà le conseguenze saranno sempre e solo gli atleti, che pagheranno per gli errori di altri; per gli errori di chi, fino ad ora, ha pensato solo ed esclusivamente a come guadagnare. Mai nessuno che abbia messo in primo piano lo Sport, l’Atleta, perché lo sport è un’altra cosa. E quello che più mi fa male è che in tutta questa triste vicenda c’è chi gioisce. Il passato non può essere cambiato, ma il presente sì.”

“Nella vita ci sono sempre due scelte: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle.E da atleta spero vivamente che questo possa accadere.

Da un’atleta, capitano della pallanuoto femminile e soprattutto mamma che da circa trenta anni vive nelle piscine e che ha ancora voglia di giocare e soprattutto divertirsi”.

dal profilo Facebook, Venere Tortora

COLLABORA CON NOI!!! scrivi a talkcity.redazione@gmail.com / whattsapp 371.4257820

DOLCE VITA STORE SPONSOR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.