Rimpasto: “In politica succede così”. L’ex Assessore all’Urbanistica “sportivamente” e senza polemica accetta le regole del gioco

Leonardo Roscioni

Rimpasto

<Ho sempre pensato che, chi ama veramente la Politica, nel senso più alto del termine; che è quello di essere utili alla collettività, mettendole a disposizione le proprie competenze e le proprie energie; e quindi non come ricerca del potere o del ruolo fine a se stesso; non può non considerare per definizione transitorio il proprio mandato. Questo al di là delle dinamiche, giuste o sbagliate, che peraltro la regolano da sempre e che come si sa spesso prescindono da meriti e demeriti effettivi.

Per questo, come penso tutti sappiano, ho sempre interpretato il mio ruolo pubblico in tutte le occasioni in cui l’ho svolto (da consigliere di circoscrizione, due volte da consigliere comunale e tre da assessore). Con spirito di servizio, come una missione per essere di aiuto alla mia città, nella consapevolezza che siamo tutti importanti ma nessuno indispensabile; di passaggio nel mondo in generale, quindi figuriamoci in questo specifico ambito…

Ringraziamenti

Per cui, giunto all’epilogo di questa ulteriore, bella esperienza, non posso che ringraziare i tanti che hanno espresso apprezzamento (anche in questi giorni, tantissimi, che spesso non sono riuscito a ringraziare uno per uno) per il lavoro che ho svolto in questo anno e mezzo di mandato, e coloro che mi hanno designato a svolgerlo, in primis il Sindaco e il mio Partito.

Ringrazio anche tutto il Servizio 6 Urbanistica, Patrimonio e Demanio, che pur in drammatica carenza di organico da tempo ed in una situazione sanitaria generale notoriamente complicata, ha lavorato insieme a me per raggiungere i risultati e la progettualità che lascio alla città; mi piace rammentare, tra le tante cose : la definizione dell’acquisizione dal Demanio di Cittadella della Musica, Casa cantoniera ed uffici ex Stegher; la Variante Urbanistica contro gli impianti di trattamento rifiuti in Zona industriale; il Regolamento per le installazioni esterne (il primo concordato tra Commercianti e Sovrintendenza).

Opere

Ancora; la Delibera sul prezzo di cessione da superficie in proprietà (che sta stabilizzando le situazioni degli immobili di tantissimi cittadini, facendo incassare molti soldi al bilancio comunale); la Determina per l’applicazione del bonus facciate con detrazione del 90% in determinate zone prima escluse (di cui tanti si stanno avvalendo); la riapprovazione del piano di insediamenti produttivi a Case Turci che era decaduto; le Linee guida per il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile.

L’aggiornamento del Piano Urbano del Traffico; l’assegnazione di locali alle associazioni già site nella Stegher a cui poi dovranno seguire i Patti di Collaborazione; la pratica quasi ultimata per il rientro a Civitavecchia del Centro per l’Impiego; il ripristino della Commissione PUA; l’approvazione della convenzione per 16 alloggi popolari nel Pz4 San Gordiano; l’ottenimento in collaborazione con l’Ater del finanziamento PINQUA per la demolizione e ricostruzione delle c.d. “casette di legno” a San Liborio con nuovi e più moderni moduli abitativi ed annessi servizi; la chiusura della Conferenza dei Servizi per i palazzi di Via XVI Settembre; la prossima allocazione della scultura dedicata a Falcone e Borsellino nei pressi della Marina nel tratto che con Delibera di Giunta abbiamo intitolato loro.

La Delibera quadro di Giunta sulla Rigenerazione Urbana; i contatti avviati con RFI per allocare la Camera Iperbarica nella zona del parcheggio accanto all’area Feltrinelli; la previsione negli obiettivi per il 2022 di avvio dell’informatizzazione dell’archivio urbanistico e dell’esternalizzazione della gestione delle pratiche di condono edilizio; il rilancio della Ficoncella con la transitoria, virtuosa gestione comunale diretta che ha consentito di tenerla sempre aperta in attesa del nuovo bando per la concessione in gestione, la redazione del nuovo progetto per il restyling del sito termale presentato pubblicamente alla città a settembre e la Delibera sul relativo Piano di Comparto (propedeutica al bando) avviata in Commissione.

La Variante per la riqualificazione della Frasca con relativo Parco archeologico, con tutte le garanzie per la sua fruizione da parte della collettività; lo studio di fattibilità per la sdemanializzazione della Caserma De Carolis per farvi un possibile Polo Sanitario; l’accordo con l’Ater per il contenzioso in essere, propedeutico ad un nuovo contratto di servizio per la gestione degli alloggi comunali, e tanto altro ancora che lo spazio non riesce a contenere.
In particolare questi ultimi quattro procedimenti (Ficoncella, Frasca, De Carolis ed accordo Ater), davvero in dirittura d’arrivo, confido che siano presto definitivamente approvati dal Consiglio, in quanto costituiscono quattro fondamentali occasioni di sviluppo e miglioramento per la città da molti punti di vista.

Conclusioni

Naturalmente nessuno è infallibile, quindi tanto altro c’è da fare, e molte delle cose avviate da completare. Tuttavia di questo bilancio ritengo decisamente di non potermi lamentare. Da parte mia (anche se nel mio studio legale non saranno contenti di quest’ultima frase, perché stanno proprio ora per riabbracciarmi a tempo pieno…) rimarrò sempre a disposizione per la mia città, se ed in quanto potrò esserle ancora utile in futuro.

Riceviamo e pubblichiamo – Avv. Leonardo Roscioni

COLLABORA CON NOI!!! scrivi a talkcity.redazione@gmail.com / whattsapp 371.4257820

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.