Doveva essere un “Faccia a Faccia” ma Gianni Moscherini non c’era

Programmata dalla scorsa settimana, con l’ok dato personalmente al conduttore Corrado Orfini sia da Elena Gubetti che da Gianni Moscherini, la diretta di questa mattina sul Canale Social TalkCity Tv con l’intervista doppia ai candidati al ballottaggio del prossimo 26 Giugno.

Purtroppo Gianni Moscherini non si è reso disponibile, all’ultimo momento, spiegando di avere “problemi familiari”. Non ha accettato di intervenire neanche telefonicamente in voce.

La Gubetti, così, ha avuto tutto lo spazio a propria disposizione per spiegare all’elettorato le differenze tra il proprio programma e quello del competitor. Principalmente è rimasta molto sorpresa dalla notizia della terza candidata a Sindaco, Anna Lisa Belardinelli, di apparentarsi ufficialmente con le liste del Candidato Moscherini.

Questa la dichiarazione in diretta di Elena Gubetti: “La Belardinelli come pensa di amministrare una città con chi poco tempo fa ha definito come arrogante, maleducato, presuntuoso e con disprezzo per le donne?”

Stesse cose ribadite in un Comunicato a firma Governo Civico (con tanto di “screenshot” da Facebook)

“Belardinelli si apparenta con Moscherini in cambio dell’assessorato”

<<Quella a cui abbiamo assistito ieri è stata una girandola politica degna della peggior prima Repubblica.

La civica Anna Lisa Belardinelli, non ammessa al turno di ballottaggio dopo una campagna elettorale in cui con forza si è scagliata contro i partiti di centrodestra che senza alcun scrupolo l’hanno proibita dei simboli in favore di un candidato imposto dai vertici di Roma, ha firmato l’apparentamento ufficiale con Gianni Moscherini, proprio quel candidato Sindaco scelto dai vertici e non dal territorio.

Lo ha fatto ieri mattina, rilasciando subito dopo un’intervista video in cui lei stessa si vede essere davvero poco convinta, avvolta da una serie di “speriamo di aver fatto la scelta giusta” e di “forse”.

Prevedibile, si potrebbe pensare, considerata l’estrazione di centrodestra di entrambi, inconcepibile se invece si pensa alla realtà dei fatti, ovvero che la Belardinelli ha condotto una campagna elettorale facendosi forte di un “a testa alta” e di un non piegarsi mai ai voleri romani.

Un apparentamento quello firmato ieri che testimonia come Moscherini e Belardinelli lo abbiano fatto solo ed esclusivamente per spartirsi le poltrone e non per il bene della città. Scorrendo i social, è infatti un commento della stessa Belardinelli a confermarcelo: “Se andrà bene avremo l’assessorato alle politiche sociali… come promesso”.

Ci domandiamo allora, con davvero tanta preoccupazione, in che modo Anna Lisa Belardinelli pensa di poter amministrare una città come Cerveteri con un candidato Sindaco che fino a poche settimane fa definiva “arrogante, maleducato, presuntuoso e con disprezzo per le donne”.

La coerenza è cosa seria, come giustificherà ora ai suoi elettori che hanno creduto in lei perché contraria ai poteri forti, il suo sostegno ufficiale proprio a chi l’ha privata dei simboli?

Governo Civico rimane fedele alla sua linea e invita i cittadini a scegliere bene il 26 giugno e a votare una squadra di Governo come la nostra, con Elena Gubetti, che vuole continuare a portare avanti i grandi progetti per la nostra città, per Cerveteri, per tutti i cittadini e per una linea di sviluppo sostenibile e realmente attenta alle esigenze di un territorio come questo che in questi anni ha visto la più importante innovazione urbanistica, ambientale e culturale mai vissuta prima nella sua storia.>>

Comunicato a firma Governo Civico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.